Il linfodrenaggio manuale

IL LINFODRENAGGIO MANUALE

Il LINFODRENAGGIO MANUALE  è un metodo presentato al pubblico dal dott. Emil Vodder nel 1936 e subito ritenuto rivoluzionario. Esso gode oggi del riconoscimento ufficiale da parte di importanti società scientifiche di flebolinfologia ed è indicato come terapia d’elezione (golden standard) nell’approccio fisioterapico alle patologie del sistema linfatico. Rispetto al linfodrenaggio meccanico (pressoterapia), consente un trattamento specifico e mirato a seconda del caso e del paziente.

Manovre inerenti al linfodrenaggio manuale della scuola austriaca dott. Vodder

IL SISTEMA LINFATICO

Il Sistema Linfatico è costituito da una fitta rete di vasi linfatici intervallati da organi linfatici e linfonodi attraverso i quali scorre la linfa.

Esso svolge le seguenti funzioni:

  • Funzione di Drenaggio di liquidi, proteine, frammenti cellulari e prodotti del catabolismo della matrice extracellulare e di mantenimento degli scambi idrici dell’organismo
  • Funzione Immunitaria: i linfonodi e gli organi linfatici sono responsabili del benessere del sistema immunitario
  • Funzione di trasporto: alcune sostanze possono infatti essere trasportate solo dal sistema linfatico

LA FUNZIONE DI DRENAGGIO E’ UN’ATTIVITA’ IMPORTANTISSIMA. SE IL DRENAGGIO DELLA MATRICE  EXTRACELLULARE NON AVVIENE CORRETTAMENTE, NON RISPONDENDO ALL’OTTIMALE RAPPORTO DI FILTRAZIONE/RIASSORBIMENTO A LIVELLO DEI CAPILLARI, COMPARE L’EDEMA.

Per sostenere il sistema linfatico e migliorarne l’efficienza, occorre intervenire attraverso:

  • Intensificazione dell’attività macrofagica
  • Azione antiflogistica
  • Stimolazione linfo-angio-motoria
  • Azione tonificante venosa indiretta
  • Riduzione delle citochine infiammatorie presenti nella linfa

Ingrandire l’immagine cliccandoci sopra.