fbpx

La diagnosi del lipedema

Foto di una donna con le gambe grosse affetta da lipedema
Le “gambe grosse” e il lipedema
27 gennaio 2021
6 marzo: Giornata Mondiale del Linfedema
5 marzo 2021
Mostra tutto

Nel lipedema la diagnosi precoce è fondamentale. Nei confronti di tutte le patologie si può affermare che la diagnosi precoce sia importante e questo soprattutto per garantire al paziente il decorso il più favorevole possibile. Quando ci troviamo di fronte ad un paziente affetto da lipedema, però, il tempo d’intervento si rivela davvero cruciale.

Purtroppo il lipedema è una patologia tutt’oggi ancora poco conosciuta, anche dalla stessa classe medica. Spesso il lipedema viene confuso con un semplice aumento peso o con l’obesità.
I pazienti, ma anche molti medici, di fronte a quelli che in realtà sono i primi segni clinici di un lipedema, tentano di affrontare il problema da un punto di vista nutrizionale, ritardando così una diagnosi precoce.

Il lipedema, che letteralmente significa “grasso contenente fluido” è assolutamente indipendente dall’introito calorico e dall’attività fisica.
Per dirlo con parole ancora più semplici, come già approfondito in quest’altro articolo: il lipedema non è una conseguenza del sovrappeso. Nel lipedema il “grasso” non è dovuto ad una cattiva alimentazione ma si forma invece a causa di una patologia degli adipociti. E’ infatti un “grasso modificato” che si accumula in grandi quantità ed in modo irregolare nel sottocute.

Perché è importante la diagnosi precoce nel lipedema?

E’ fondamentale diagnosticare il lipedema sin dalle sue prime manifestazioni cliniche perché un ritardo nella cura di questa patologia comporta una progressione della stessa e delle sue complicanze.

Le principali complicanze del lipedema sono l’artrite del ginocchio, la fibrosi del grasso sottocutaneo e la stagnazione di linfa, che può portare a conseguente flebolipolinfedema.

Oltre a queste non possiamo non considerare anche il fattore estetico dovuto all’ingrossamento abnorme degli arti colpiti: può apparire un problema secondario ma in realtà è causa di grandissimi disagi psicologici che non possono essere trascurati.

Il lipedema dunque, in assenza di una diagnosi tempestiva e di un’idonea gestione clinica, può progredire e peggiorare, generando una qualità di vita sempre meno accettabile.

Come si può diagnosticare il lipedema?

Purtroppo per diagnosticare il lipedema non esistono esami del sangue o test diagnostici specifici: ecco perché la diagnosi diventa complessa anche per gli stessi medici non specializzati in questa patologia.

Una diagnosi puntuale di lipedema è possibile solo con una corretta anamnesi unita all’esperienza clinica del team di cura.

Tra i metodi non invasivi per lo studio del tessuto adiposo vi sono la risonanza magnetica e l’ecografia.

L’adipometro nella diagnosi e nel monitoraggio del lipedema

Oltre all’ecografia “classica”, oggi esiste un dispositivo, sempre basato sulla tecnologia a ultrasuoni, che rappresenta un valido supporto nella diagnosi e nel monitoraggio dell’evoluzione del lipedema in modo preciso ed assolutamente non invasivo: l’adipometro.

L’adipometro è un ecografo monodimensionale in grado di misurare correttamente lo spessore adiposo, garantendo una perfetta ripetibilità della misura.

Nel nostro Centro Medico di Linfologia di Padova, il primo centro HUB nato in Italia per la diagnosi ed il trattamento del lipedema, utilizziamo l’adipometro più avanzato sul mercato che consente valutazioni veloci e precise al decimo di millimetro.

Il nostro adipometro analizza il tessuto in pochi secondi, identificando gli strati adiposi e muscolari: il risultato è una definizione chiara degli spessori sottocutanei, la possibilità di misurare qualsiasi punto del corpo ed una conseguente maggiore precisione nella diagnosi e nella valutazione della progressione del lipedema.

Centro Medico di Linfologia: un polo specializzato nella diagnosi e nel trattamento del lipedema a Padova

Quando abbiamo fondato Centro Medico di Linfologia e Linfodrenaggio nel 1988, il lipedema ed il linfedema erano due patologie praticamente sconosciute. Nel corso di questi 32 anni d’attività siamo sempre stati guidati da un unico e preciso obiettivo: diventare un polo specializzato nella diagnosi, nella presa in carico e nel trattamento dei pazienti affetti da queste patologie.

Oggi il nostro polo clinico è un punto di riferimento a livello nazionale ed è HUB regionale: a Padova accentriamo la fase diagnostica, la presa in carico e la gestione del primo percorso di trattamento intensivo del lipedema. Successivamente, se la paziente non abita nei limitrofi del polo, provvediamo ad inviarla presso il centro abilitato più vicino alla sua residenza per il prosieguo delle cure.

La diagnosi di lipedema necessita di grandi competenze ed esperienza clinica. Presso il nostro polo clinico seguiamo un protocollo diagnostico molto preciso e consolidato che comprende inizialmente l’ecografia dei tessuti sottocutanei, l’analisi bioimpedenziometrica e l’adipometria.

Al termine di questa prima fase diagnostica, in alcuni casi, può essere necessario un approfondimento con ulteriori esami strumentali quali la linfoscintigrafia e la TAC.

La seconda fase diagnostica, che noi eseguiamo sempre nel corso della prima visita, prevede una documentazione fotografica degli arti superiori ed inferiori e la misurazione degli stessi.

Al termine della prima visita, che presso il nostro polo dura circa un’ora e mezza, condividiamo con la paziente la sua situazione clinica: le indichiamo l’eventuale stadio ed il tipo di patologia presente e le forniamo già fornire le prime indicazioni terapeutiche utili per il suo caso specifico.

Se soffri o pensi di soffrire di lipedema, affidati alla nostra comprovata esperienza clinica trentennale nel lipedema ed alla nostra rete di centri abilitati in tutto il Veneto.

Prenota oggi una prima visita presso il nostro Centro Medico di Linfologia e Linfodrenaggio di Padova.

Contattaci allo 049.7072108 oppure compila il form qui sotto.

Cognome e Nome *
Email *
Recapito telefonico *
Richiesta
Acconsento al trattamento dei miei dati personali ai sensi dell’art. 13 D.Lgs. 30.6.2003 n. 196 (in seguito, “Codice Privacy”) e dell’art. 13 Regolamento UE n. 2016/679 (dal 25 maggio 2018 ed in seguito anche “GDPR”) *.

(*) Leggi la Privacy